Infortuni sul lavoro, malattie professionali

L’INCA assiste e tutela gratuitamente tutti ilavoratori che subiscono un infortunio sul lavoro o contraggono una malattia di origine professionale. Il servizio si articola in diverse fasi, la prima prevede la presentazione dell’istanza presso l’INAIL, attraverso la consulenza dei nostri operatori.
Un ulteriore passaggio si verifica in caso di contenzioso, attraverso la consulenza di parte di medici legali e avvocati convenzionati con il Patronato INCA. Di seguito tutti i servizi erogati dal settore infortuni e malattie professionali:

Richiesta di indennità temporanea assoluta
E’ l’ indennità che viene corrisposta ai lavoratori dipendenti e parasubordinati che hanno subito un infortunio sul lavoro. Il lavoratore che subisce un infortunio sul lavoro deve recarsi immediatamente al Pronto Soccorso e consegnare il certificato medico che gli viene rilasciato, al datore di lavoro, il quale deve provvedere entro 48 ore ( 24 ore se si tratta di infortunio mortale ) dall’ evento a denunciare l’ infortunio all’ Inail e ad inviare il primo certificato. I certificati relativi alla continuazione dell’ infortunio possono venire rilasciati dal medico curante oppure dall’ Inail competente per residenza. L’ indennità temporanea viene sempre pagata dal 4° giorno successivo all’ infortunio nella misura del 60 % o del 75 %, a seconda che l’ infortunio duri meno o più di 90 giorni, dei dati retributivi che vengono comunicati dal datore di lavoro all’ Inail al momento della denuncia di infortunio. L’ indennità temporanea viene pagata dall’ Inail tramite assegno bancario intestato al lavoratore oppure viene anticipata dal datore di lavoro in busta paga. Solo per i lavoratori dipendenti il restante 40 % verrà integrato da parte del datore di lavoro in busta paga.

Valutazione del danno biologico
Al termine dell’ infortunio, l’ Inail valuta il danno permanente residuato al lavoratore e , a seconda dell’ entità del danno, liquida al lavoratore un indennizzo in capitale o una rendita vitalizia.
L’ Inail liquida a partire dal 6 % fino al 15 % un indennizzo in capitale stabilito da tabelle di legge; a partire dal 16 % in poi viene liquidata una rendita vitalizia. ( D.Lgs. 38/2000 ).
Il Patronato Inca offre ai suoi assistiti un servizio di consulenza medico – legale gratuita finalizzata alla proposizione di ricorsi avverso i provvedimenti adottati dall’ Inail. Coloro che intendono usufruire di questo servizio, devono presentarsi al Patronato con il provvedimento dell’ Inail e la documentazione medica relativa all’ infortunio ( accesso al Pronto Soccorso, cartelle cliniche, ecc. )
Dopo un primo colloquio finalizzato a chiarire quali sono le esigenze e la domanda posta dall’ assistito, verrà fissata una visita medico – legale con un nostro consulente medico che verificherà la sostenibilità del ricorso. Successivamente alla presentazione del ricorso presso la sede Inail competente, l ‘Inail deve convocare una visita medica collegiale in cui sarà presente l’ assistito, il medico Inail e il medico del Patronato chiamato a svolgere la funzione di medico di parte.

Riconoscimento di malattia professionale
Il Patronato Inca si occupa del riconoscimento di malattie professionali. Il lavoratore che ritiene di essere affetto da patologie causate dall’ attività lavorativa svolta, deve presentarsi al Patronato con la documentazione medica probante la patologie. Verrà chiesto al lavoratore l’ anamnesi lavorativa, le mansioni svolte per quanto tempo e in quali periodi. Successivamente verrà fissata una visita con il nostro consulente medico per accertare l’ entità di danno biologico da richiedere all’ Inail. Va detto che in questo tipo di pratiche è molto difficile provare il nesso causale, cioè provare che l’attività lavorativa abbia svolto un ruolo causale o concausale nella genesi della malattia professionale. Il lavoratore ha infatti l’ onere della prova, perciò è fondamentale che il lavoratore sia preciso nel riferire l’ anamnesi lavorativa.

Tabella per individuare le patologie causate dall'attività professionale  →  Scheda

Rendita ai superstiti
La consulenza e l’ assistenza vengono fornite anche per le prestazioni previste per i superstiti di lavoratori deceduti per infortunio mortale o per malattia professionale.

Revisione rendita per infortunio o malattia professionale
L’ assistenza medico legale del Patronato fornisce un servizio di consulenza medica finalizzata a verificare le revisioni predisposte dall’Inail e consiglia il lavoratore titolare di rendita sull’ opportunità di proporre revisione qualora ritenesse di essersi aggravato. L’ Inail infatti predispone visite di revisione per titolari di rendita da infortunio o malattia professionale. Tali visite sono predisposte al 4 ° , 7° e 10 ° anno dalla costituzione della rendita. Il lavoratore, attraverso il Patronato ha la possibilità di verificare se la valutazione dell’ Inail è corretta.

Indennizzo ex L. 210 / 92; Indennizzo ex L. 229/05
Attraverso la consulenza medico legale del Patronato Inca esiste anche la possibilità di usufruire di un servizio finalizzato ad ottenere gli indennizzi previsti per legge per coloro che sono affetti da gravi patologie causate dal contagio da trasfusioni o emoderivati. L’ assistenza e la consulenza vengono fornite anche per l’ ottenimento delle prestazioni previste per i superstiti.


SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO : Le guide del Patronato INCA

 

Malattie professionali. L'abilità sta nel difendersi (2°edizione)

LeggiBeneEdilizia

LeggiBeneCommercio

LeggiBeneIgeneAmbientale

LeggiBeneMetalmeccanico

LeggiBeneOspedali

LeggiBeneTrasporti

 

 


News su Infortuni sul lavoro, malattie professionali


Dal 22 marzo 2017 le lavoratrici e i lavoratori della Polizia locale hanno diritto all'equo indennizzo e alle spese di degenza. La domanda deve essere presentata all'Amministrazione di riferimento entro 6...