La Costituzione della repubblica Italiana esige che vi sia una specifica organizzazione per la tutela dei tuoi diritti (di cui all’art. 38, 1quarto comma) e che le prestazioni offerte siano gratuite e disponibili per tutti i lavoratori. Questo è il nucleo costituzionale irrinunciabile di cui fa parte il patronato INCA della CGIL Fin dal 1947, anno in cui una Legge dello Stato ha riconosciuto il ruolo e la funzione degli Enti di patronato, in ogni provincia della nostra regione era presente un ufficio del patronato INCA (Istituto Nazionale Confederale Assistenza)

Nel 1978 , durante il secondo Congresso Regionale della CGIL, venne istituita la struttura regionale INCA Toscana. L’INCA Toscana nasce con la funzione di coordinamento dell’attività delle varie sedi presenti nei territori ,oggi ben 67. Obbiettivo importante era ed è l’omogeneizzazione delle tutele dei diritti dei lavoratori e dei cittadini in ogni nostra sede. Il suo primo Coordinatore fu l’Avv. Bruno Poesio. L’INCA Toscana era ed è un importante strumento di trasmissione di Conoscenza attraverso i propri corsi di Formazione ed i suoi operatori.

INCA Toscana ha contribuito a riformare la legislazione sociale attraverso il suo contenzioso giuridico rafforzando la nostra Idea si sicurezza sociale, basata sui principi di eguaglianza e libertà.

In questi anni dedicati alla difesa dei diritti sociali dei lavoratori, delle loro famiglie, in Toscana abbiamo mediamente risposto a 700.mila persone ogni anno , tutelandone i diritti almeno nel 30% delle persone che si sono rivolte a noi.

L’INCA svolge una importante tutela di assistenza anche nei casi di infortunio sul lavoro o da malattie da esse derivate. La legge 152 del 2001 ha aggiornato la “disciplina” degli Istituti di patronato, confermandone le funzioni e prevedendo nuovi campi di intervento.

Oggi INCA CGIL è il primo patronato in Toscana, una grande organizzazione per la difesa dei diritti. INCA CGIL inoltre è componente essenziale del Sistema Servizi CGIL