Con questa breve guida, l’Inca e la Funzione Pubblica Cgil vogliono offrire un manuale di facile consultazione che aiuti i lavoratori e le lavoratrici della Polizia Penitenziaria a conoscere meglio i diritti individuali, nelle loro varie possibilità, connessi alle tutele previdenziali, assistenziali e alla riduzione della capacità lavorativa derivante da infortuni e malattie dipendenti da servizio.

La guida, in particolare, affronta le varie problematiche legate alla “causa di servizio”, che da dicembre 2011 permane solo per il comparto sicurezza-difesa e soccorso pubblico, nonché a tutto ciò che ruota intorno al tema del lavoro, in termini di accesso alle tutele.

Inoltre, è importante aver presente che la legislazione previdenziale ha subito molti cambiamenti peggiorativi negli ultimi anni, con la conseguenza che per i lavoratori è molto difficile, senza l’aiuto del Patronato, districarsi nella complessità delle norme per verificare il proprio diritto a pensione o per espletare tutte le pratiche connesse ai diritti previdenziali (es. la pensione di reversibilità o ricongiunzione dei periodi di contribuzione versata in gestioni diverse).

Per questo è importante rivolgersi al Patronato Inca che, con il suo impegno, è in grado di offrire ai lavoratori, alle lavoratrici e ai loro familiari un’assistenza qualificata per avere una garanzia maggiore finalizzata a rendere esigibili i diritti previdenziali e socio-assistenziali, individuando il percorso più agevole per ottenere per esempio permessi e congedi previsti dalla legge n. 104 e il riconoscimento di inabilità e invalidità al lavoro, nonché gli indennizzi previsti per chi ha subito danni irreversibili da vaccinazioni e trasfusioni.

Il Patronato Inca è da sempre legato alla difesa dei diritti e delle tutele di chi lavora.

 

Scarica la guida Scheda